“I veneti ne hanno diritto”. Autonomia, ultimatum di Zaia al governo…o penultimatum?

Luca Zaia non demorde e punta ancora all’Autonomia. “Credo nella buona fede di tutte le forze politiche che hanno votato a favore dell’ autonomia. Entro febbraio 2019 chiuderò la partita autonomia, a luglio Di Maio dice che daremo vita a commissione accademici napoletani per studiarla. Di lì a pochi giorni è crollato il governo”. E ancora il presidente della Regione Veneto: “Loro sanno benissimo che siamo in linea con l’ autonomia e non siamo contro la legge costituzionale – ha spiegato – I veneti hanno diritto ad avere una risposta. Un nuovo referendum non ha senso, abbiamo fatto ciò che dovevamo fare”.

Crederemmo assolutamente alla buona fede del Governatore veneto se non ci fossero le elezioni regionali di mezzo previste per settembre. Crederemmo assolutamente alla buona fede del Governatore veneto se il suo segretario non avesse dato dimostrazione che dell’autonomia poco gli importa.

Ma questa è l’ultima spiaggia. Se anche queste volte le parole rimarranno parole, anche la credibilità immensa di Zaia comincerà ad incrinarsi.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Gianantonio Bevilacqua
Gianantonio Bevilacqua 238 altri articoli
Gianantonio Bevilacqua, giornalista pubblicista dal 1998 Ordine dei Giornalisti - Regione Lombardia. , Esperto di difesa e politica

Scrivi il primo commento

Rispondi, replica o rettifica