Zaia: il 15 riaperti in Veneto cinema e spettacoli, poi sarà il turno di fiere e sagre

Zaia non la manda a dire e prosegue come un Caterpillar il piano di riapertura scommettendo sulla tenuta sanitaria del Veneto.

In Veneto si conferma il trend dei contagi in discesa. Ad annunciarlo è stato il governatore Luca Zaia durante la presentazione del bollettino giornaliero dei casi Covid: «Rispetto a ieri abbiamo fatto oltre 13 mila tamponi riscontrando solo 6 positivi in più, ciò significa che il livello di contagio è al 3 per mille. E a questo si aggiungono i dati sulle terapie intensive, con 20 persone di cui solo due sono pazienti Covid. Questo dimostra che il nostro modello matematico funziona. Verso fine giugno probabilmente rimarranno soltanto dei pazienti residuali». Unico dato in controtendenza quello delle morti: «Purtroppo abbiamo avuto 4 morti rispetto a ieri che portano il bollettino a quota 1.938»

«Conto di poter chiudere definitivamente la partita delle autorizzazioni per il mese di giugno con una fase intermedia, indicativamente il 15 per l’apertura di cinema e spettacoli a cui seguirà l’ordinanza per il riavvio di fiere, sagre e spettacoli, ma ci riserviamo di vedere l’evoluzione dei contagi tra questo fine settimana e la prossima. Se si confermano i dati di oggi il programma è questo».

Gianantonio Bevilacqua
Gianantonio Bevilacqua 238 altri articoli
Gianantonio Bevilacqua, giornalista pubblicista dal 1998 Ordine dei Giornalisti - Regione Lombardia. , Esperto di difesa e politica

Scrivi il primo commento

Rispondi, replica o rettifica