29 maggio: festa della “Lombardia grande terra mia…” Inno di Mario Lavezzi e Mogol (video)

Questa storia è quella di un bambino
che diceva sempre sì
entusiasta di ogni cosa:
era un mondo che poi finì.
Mi ricordo la città, la mia Milano,
senza odio per nessuno
E la gente silenziosa nella chiesa
a pregare tutti uniti come uno
io da qui non vado via…
Lombardia, Lombardia
grande terra mia…
Terra piana e montana
Gente forte che
è operosa, generosa
senza una bugia
ti dà il cuore
parla poco
ma dice quel che è…
Tutto il mondo chiuso in una via
il suo nome: “buona volontà”
una strada di periferia
di chi accetta e ti ridà…
Di chi ha poco e resta fiducioso
che poi in meglio cambierà…
Di chi lavora e vive con poesia.
E se anche vado via…
Lombardia, Lombardia
grande terra mia
orgogliosa, laboriosa
piena di energia
gente onesta
la lombarda
fidati perché
ha un gran cuore
pensa in grande
ma resta quel che è
Lombardia, Lombardia
grande terra mia…
Terra piana e montana
Gente forte che
è operosa, generosa
senza una bugia
ha un gran cuore
pensa a tutti
e stringe tutti a se”

Questo è il testo dell’inno della Lombardia presentato ufficialmente il 22 dicembre 2014 dall’allora Governatore Roberto Maroni, testo scritto a quattro mani da Mogol e Lavezzi ed interpretato da quest’ultimo.

Ed è proprio mentre nei cieli si fanno volare gli aereoplanini che bisogna cantarlo con forza per infondere coraggio a questa “Lombardia, Lombardia grande terra mia…”

Roberto Pisani
Roberto Pisani 102 altri articoli
Regista televisivo e teatrale

Scrivi il primo commento

Rispondi, replica o rettifica