Lombardia, prumavera de pandemia

Siamo ormai a metà maggio e dopo i due mesi in cui la Lombardia è stata il focolaio principale dell’epidemia di Coronavirus d’Italia ma anche d’Europa, la situazione pare che stia lentamente tornando alla normalità dal momento che la diffusione del virus stesso stia calando e che le misure di restrizione imposte dallo stato stiano diventando più flessibili. Tuttavia non si può certo dire che le sfide da affrontare siano finite, non solo perchè il Coronavirus, unita all’impreparazione delle autorità abbia fatto strage dei nostri anziani, ma anche perchè dovremo fare i conti con le conseguenze anche e soprattutto economiche, derivanti dal lockdown che ci è stato imposto. Quando tutta questa faccenda iniziò, cioè all’inizio di marzo, il sottoscritto Alessandro Cavalli, decise di dedicare una poesia in lingua lombarda, alla propria terra, la Lombardia che sta tutt’ora affrontando una prova molto dura.

Dal Cataj, dai tegnoeur coeusuu
El virus del Corona, a cà nòstra l’è vegnuu
A mezzdì del Gerund l’è tacaa su tusscoss
Ma el colpiss pussee i vegg, el Dragh zines de la toss
Quajvun el preferiss restà dent tra i sò mur
Ma quajvun d’olter el gh’à el coo pussee dur
“L’è domà on influenza”, i seguten a vosà lor
Ma i ospedaj inn impegnii, al di per vintquatter or
Anca de giovin, cont la fever, la toss e el sgrisor
Nissun el voeur moeurì, ma nissun el voeur sentì
Che la vida l’è anca questa chi
Mia domà aperitiv, divertiment e sozialità
Ma anca pericoj, pagura e difficoltà
Supermercaa svoeujaa
Terron dent i tren tucc schisciaa
L’è ind i moment buj che el s’à de vidè
Chi de la Bissa l’è el fieou e chi l’è chi per danee
El gh’è el res’c de restà dess cont el cuu per terra
Anca se l’è mia da jer che i gh’ann deciaraa guerra
Ai problem de lor, i ghe ciamen de segur
Ai problem de numm, semm lassaa indepernumm
Lucciom mia numm, nepunemanch
In òlt la cros rossa, cont attorna el bianch!
Desmentegom soven
Che per pruma l’è a numm che gh’emm de voeurè ben
Desgià che se el femm mia numm, per numm el farà nissun
Semm dess incoeu, donca, el foeugolee prinzipal
Ma semm Lombard, gh’emm l’anem d’azzall!

Avatar
lissander93 3 altri articoli
blogger di Nord Notizie - esperto di cultura lombarda

Scrivi il primo commento

Rispondi, replica o rettifica