Scandalo mascherine a 50 centesimi. L’IVA è al 22%, doveva essere azzerata.

Siamo andati in giro per Milano, mercoledì 6 Maggio. L’obiettivo era verificare se effettivamente le famose “Mascherine Arcuri” a 50 centesimi fossero già disponibili. Nelle farmacie, perlomeno quelle visitate, nessuna traccia. Il prezzo medio praticato è ancora di circa 7,5 euro per 5 mascherine chirurgiche (Federfarma controlliamo?).

Scandalo mascherine a 50 centesimi. L'IVA è al 22%, doveva essere azzerata. 1 Nord Notizie

Andiamo allora alla CONAD, che veniva segnalata come una delle poche catene ad aver concluso l’accordo per la vendita delle mascherine chirurgiche a prezzo calmierato che, stando alle dichiarazioni del commissario Arcuri della Protezione Civile avrebbero dovuto essere vendute senza Iva.

Scandalo mascherine a 50 centesimi. L'IVA è al 22%, doveva essere azzerata. 2 Nord Notizie
confezione da 50 mascherine venduta alla Conad

Ed effettivamente alla Conad le mascherine le troviamo. La commessa gentilissima ci avvisa che non sono in grado di venderle singolarmente ma è disponibile la confezione da 50 ad un prezzo di 25€.

Fantastico, diciamo noi, esattamente 50 centesimi l’una e senza IVA. Amara sorpresa nel vedere lo scontrino. I 50 centesimi sono gravati del 22% di IVA.

Conad quindi ci ha venduto le mascherine ad un prezzo di 41 centesimi l’una dovendo poi caricare l’Iva massima prevista del 22%.

Grazie Conad per la correttezza e grazie Arcuri per l’ennesima balla propinata ai cittadini. Ha eliminato forse la speculazione dei privati sulle mascherine ed ha introdotto la speculazione di Stato

Gianantonio Bevilacqua
Gianantonio Bevilacqua 238 altri articoli
Gianantonio Bevilacqua, giornalista pubblicista dal 1998 Ordine dei Giornalisti - Regione Lombardia. , Esperto di difesa e politica

Scrivi il primo commento

Rispondi, replica o rettifica