O Stato borbonico: promesse, interpretazioni, certificazioni…..

Il premier Conte molto spesso, nelle sue conferenze stampa, piene di contenuti, a reti unificate, sottolinea come lo stato c’è. Indubbiamente c’è “O stato” di borbonica memoria, quello stato inviso e dai più considerato nemico, capace di azzerare, facendo scempio della tanta decantata Carta Costituzionale, milioni di cittadini dei diritti primari delle liberta’ individuali come il diritto a muoversi, a lavorare, all’istruzione, al culto e via discorrendo.

Bene, da ieri abbiamo saputo che con l’inizio della cosidetta fase 2 si dovranno fare ancora quelle odiose ed inutili autocertificazioni con l’aggiunta, tra le comprovate necessità, anche delle visite ai congiunti. Chi sono questi congiunti? I congiunti sono coloro i quali hanno un rapporto di parentela e stabili relazioni affettive. Sarebbe interessante capire come una coppia di fidanzati, magari solo da qualche mese, possa comprovare il loro legame. Sarebbe, per esempio interessante capire, in quale schiera si possono configurare gli amanti che, molto spesso, hanno relazioni più stabile che i congiunti intesi come coniugi. Tra le altre cose di cui si sta parlando, meglio stanno esaminando le task Force di 450 e oltre cervelloni a libro paga del Governo, il reddito di emergenza. Si parla già anche di cifre, un assegno di € 400,00 per i single fino ad arrivare, udite udite, ad un massimo di € 800,00 per le famiglie, come ipotizzato dalla ministra del lavoro, la catanese Nunzia Catalfo, quella per intenderci che dava colpa alla maicrocrost corporescion per il sito Inps in tilt, con una piccolissima postilla, a patto che ci siano sufficienti risorse. Le sufficienti risorse crediamo siano il vero problema visto che la cassa integrazione non risulta essere stata ancora pagata e che il presidente dell’Inps, il calabrese Pasquale Tridico, ha lanciato l’allarme per la copertura delle pensioni dal mese di giugno in poi. E’ interessante però sapere che le somme spettanti per il reddito di nullafacenza presentate prima di aprile 2020 sono state ANTICIPATE a partire dal 23 aprile e le nuove domande, presentate entro il 30 aprile, l’elaborazione e le relative disposizioni di pagamento, verranno inviate a partire dal 15 di maggio a Poste Italiane che ne curerà la distribuzione delle card con già accreditate le somme spettanti da ricevere.

Nulla di nuovo all’orizzonte, a parte la figura meschina di Winston Giuseppi a Bergamo e Brescia, arrivato ad orari improponibili nelle due città lombarde più colpite dal Covid 19, praticamente a tardissima sera/ notte, toccata e fuga, con atteggiamento di superiorità e arroganza, rispondendo con disprezzo ad una giornalista che si è permessa di chiederle, essendo un suo pieno diritto “comprovato” dalla sua professione, lumi sulla mancata zona rossa in Val Seriana. Per la serie questo governo non lavora con il favore delle tenebre.

Tra tante promesse non mantenute ci permettiamo, caro PCM, di chiederne una solenne: promettici di rimanere a Roma e non venire più in Lombardia, abbiamo fatto senza di te fino a ieri, possiamo farlo per tanti e tanti anni ancora.

“O stato” c’è…….

Avatar
About Fabio Sandroni 42 Articles
Blogger

Be the first to comment

Rispondi, replica o rettifica