Procedura di Comunicazione alla Prefettura di Milano prosecuzione attività

Di seguito riportiamo il comunicato stampa della prefettura di Milano sulla procedura da seguire per la comunicazione del proseguo delle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere.

C o m u n i c a t o S t a m p a

Milano 22 marzo 2020 Il DPCM 22.03.20 dispone nuove misure sulle attività produttive industriali e commerciali. Le comunicazioni relative alla prosecuzione delle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere dei settori di cui all’allegato 1 del medesimo DPCM, dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla legge n. 146/1990, dovranno essere inviate alla casella di posta elettronica certificata protocollo.prefmi@pec.interno.it dal legale rappresentante della azienda interessata, indicando nell’oggetto “DPCM 22 marzo 2020 – Comunicazione attività”, complete delle seguenti informazioni: – sede dello stabilimento; – tipologia di attività; – imprese e amministrazioni beneficiarie dei prodotti e dei servizi attinenti alle attività consentite. Analoga comunicazione dovrà essere presentata anche dai legali rappresentanti degli impianti a ciclo produttivo continuo presenti nell’area metropolitana, indicando il grave pregiudizio o il pericolo di incidenti derivanti dall’interruzione dell’attività. Richiesta di autorizzazione allo svolgimento dell’attività dovrà essere presentata, invece, dai legali rappresentanti delle attività dell’industria dell’ aerospazio e delle difesa, nonché delle altre attività aventi rilevanza strategica nazionale. La Prefettura di Milano è competente solo per le attività produttive ubicate sul territorio della Città Metropolitana di Milano. Per le attività già espressamente autorizzate dall’art. 1, lett. a) del DPCM non è necessario compiere nessun adempimento formale.

Avatar
Franco Colombo 13 altri articoli
Editorialista NordNotizie

Scrivi il primo commento

Rispondi, replica o rettifica